Il duce lava più biancoSabato 28 Aprile, ore 21:15, presso il salone dei ciliegi a Rivarone un altro interessante appuntamento dell'ARCA grazie al gradito ospite Corrado Tagliabue. Parlermo di come è cambiato il modo di fare pubblicità dal ventennio ai giorni nostri. Ingresso libero e gratuito. Di seguito il comunicato stampa.

I manifesti di propaganda politica, dal Ventennio in poi, raccontano la storia della nostra
vita e sono mutati nella loro grafica e nei loro messaggi così come sono cambiati gli italiani
stessi: basta pensare che, fino a pochi anni fa, sarebbe stato intollerabile un manifesto 6x3
con una gigantesca scritta “vaffa”. Così come oggi sarebbe sorprendente e inquietante un
manifesto che inneggi esplicitamente alla “bellezza” della guerra.
Una lunga carrellata di poster destinati ai muri delle nostre città descriveranno quasi cento
anni di cambiamenti sociali e istituzionali attraverso lo stile e il linguaggio della comunica-
zione politica. Dalle tavole disegnate come le copertine della “Domenica del Corriere”, alla
grafica futurista, fino alle foto dei giganteschi volti dei candidati, quello che oggi è definito
“outdoor advertising” ha subito forti cambiamenti facendo leva inizialmente sulla retorica di
regime, passando al disincanto del presente. Cento e più manifesti per leggere la storia
d'Italia davanti al tabellone delle affissioni, con un'analisi sulle recenti elezioni politiche.

Corrado Tagliabue
Professionista della comunicazione, copywriting, giornalismo, è ideatore di campagne pub-
blicitarie e slogan elettorali. Ha seguito l'ideazione di brand e prodotti per grandi aziende e
piccole realtà, occupandosi in particolare di pubblicità per prodotti etici, aziende non profit
e istituzioni. Per il settore della pubblica amministrazione segue il lancio di servizi, informa-
zione (house organ), campagne informative e di sensibilizzazione.
Già sindaco di San Salvatore Monferrato per dieci anni, ne è ora vice e assessore. Dal
2014 è altresì consigliere della Provincia di Alessandria. Nell’ambito del proprio mandato
comunale, cura la comunicazione esterna dell'ente ed è ideatore del progetto editoriale
"San Salvatore in Album", la collezione di figurine con i volti dei cittadini del suo paese, ini-
ziativa che ha ottenuto premi e riconoscimenti, assumendo rilevanza nazionale.