Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera che ci ha voluto lasciare Sandra dopo aver trascorso qualche mese nel nostro paese. Le sue parole possonofarci riflettere su come le persone ci vedono da "fuori".

Niente si può distruggere un’amicizia: nè il tempo, nè lontananza oppure la eternità. Perchè la amicizia crescere con il tempo, vive nella lontananza e rimane nella eternità.

Per prima vi prego la gentilezza di leggere questa lettera perdonando i miei errori d’italiano. Sono in aprendimento. kkkkkkkkkSandra dal Brasile

In ogni di voi ho trovato accoglienza, amicizia, rispetto. Non riesco trovare parole giuste per descrivere.

A Rivarone ho riconosciuto amici davvero che me hanno incluso nelle loro vite. Come si fossi abitante da molto tempo.

Momumenti bellissimi, chiese, castelli, spiaggie, il cielo sempre più azurro nell’Italia che si allinea con la colore del mare, la coltivazione dell’uva, delle mele, delle celiegie, ecc. Però il bene maggiore e prezioso sono le persone. E qui ho trovato un tesoro davvero: tutti voi !

In ogni instante, dal momento che mi sono arrivata qui, hanno accolta in uno sguardo, in un cenno, in un sorriso, in un complimento, in due chiacchierate con chi trovavo nella strada o vie di Rivarone e addirittura un caffè nella boteja di Barbara come sino di benvenuta. Questo é molto carino.

La mia voglia di parlare com tutti in l’italiano però mi disperava quando era davanti a voi quindi ringrazio chi ha avvuto la pazienza di parlare con me.

Sinceramente, non aspettava proprio così. Persino un teste di uno spettacolo teatrale sul dialetto, ho avvuto il privilegio di vederlo, oltrechè della presentazione finale nella associazione locale. Comunque restare uniti a voi, per me, è stato davvero incredibile! Eppoi nello grupo di ginnastica mi avete inclusa. Stefania sempre preoccupata si stavo riuscendo seguire la lezione. Mi avete fatto sentire come una di voi, non come una straniera. Dunque vorrei rimanere nello grupo su whats up! Vorrei partecipare dello grupo anche se per chiacchierare oppure dare un’occhiata negli eventi. Queste sarebbe un modo di restare vicino a voi.

Sono venuta qui per riconoscere la cittadinanza Italiana e ho riconosciuto amici.

Il tempo è andato um po’ più veloce. Sento mancanza della mia famiglia però la impressione che ho è che sono a casa perché tutto qui mi sembra familiare: Il cibo, la pasta, la pizza, le donne, i gesti dele persone, i visi. Non lo so come spiegare ma tutti voi avete fatto questo, Mi avete fatto sentirmi a casa.

Tutti giorni è un giorno nuovo a Rivarone. Tutte le mattine mentre facceva la camminata per le strade ho trovato diversi posti, uno più bello che l’altro e sono riuscita vedere in questi posti belleze che si rinovano tutti i giorni. Un giorno non è mai uguale all’altro. Incredibile ! Um paesaggio, l’alba, una rugiada sull’erba, il zigzag degli ucceli sul fiume Tanaro ed ero seduta su una panchina a vederlo, Il cielo azzurro, le piantaggioni oppure le campagne essendo state preparate per la prossima piantagione, le persone che vanno di fretta a lavorare, un fiore, un animale nascosto indietro l’albero o persino un profumo che soltanto chi abita in campagna sarebbe in grado di capirlo. Come essere indiferente? Impossibile !

Dio mi ha datto la opportunità di sfruttare di questo luogo meraviglioso: RIVARONE! Io potrei portare uma vita intera ringrazziando Dio e essere insuficiente.

Mio cuore è pieno di gratitudine. Voi avete fatto per me più che merito. Me sento in debito della amicizia, del rispetto, della considerazione che tutti voi avete dimostrato per me.

Insomma dubito che esista persona che sia più felice di me.

Mio desiderio sarebbe compensarvi però io penso poco probabile nella misura giusta. Tuttavia desidero che voi riusciate vedermi come una persona con chi si possa contare anche se c’è uma piccola distanza che ci separano.

Quando, un giorno, chissà, vorreste fare un giro in Brasile troverai li un’amica.

Ritornerò presto però con mio marito per fargli vedere con suoi propri occhi quello che ho visto.

Può darsi che qualcuno pensi che sono una pazza per dire tante sciocchezze kkkkkkkkkkkkk. Beh! sono innamorata d’Italia, della cultura, del cibo, delle canzione, della storia, delle persone e poi mio bisnonno che é uscito di Padova dal 1901 ed andato in Brasile con sua moglie e 4 figli, quindi è un ottimo modo per rendergli omaggio.

Io sento amore profondo davvero e nello stesso tempo un dolore nell’anima per lasciarvi. Per adesso devo ritornare per lavorare e sistemare la prossima visita.

Ritornerò presto.

Com l’amore

 

Sandra Regina Rossi

adesso sono uma italiana- sono stata riconosciuta e abito a Rivarone!

 

 

ARRIVEDERCI RIVARONE !!